TotusTuus.net

1) IN PRIMO PIANO:
Benedetto XVI: Pensavano di dover accantonare Dio per avere spazio per loro stessi

http://www.totustuus.net/modules.php?name=News&file=article&sid=2800  

Pensavano di dover accantonare Dio per avere spazio per loro stessi.  Questa è stata anche la grande tentazione dell’epoca moderna, degli ultimi tre-quattro secoli … si credeva che, accantonando Dio ed essendo noi autonomi, seguendo solo le nostre idee, la nostra volontà, saremmo divenuti realmente liberi, potendo fare quanto volevamo senza che nessun altro potesse darci alcun ordine. Ma dove scompare Dio, l’uomo non diventa più grande … Alla fine risulta solo il prodotto di un’evoluzione cieca e, come tale, può essere usato e abusato. E’ proprio quanto l’esperienza di questa nostra epoca ha confermato.

 

2) I nuovi Forum di approfondimento:
http://www.totustuus.name/showthread.php?p=26174

Il Tar: discriminazione valutare l’insegnamento della religione cattolica
Il solito relativismo esce allo scoperto o forse si tratta di una questione minima? Sono troppo superficiale o la cosa non è affatto minima? L’ora di religione è uno dei pochi segni concreti rimasti dei giusti diritti da sempre rivendicati dalla Chiesa Cattolica? Mi viene da dire di sì, se vedo che radicali, protestanti, ecc. applaudono alla sentenza come prova di rispetto della "libertà religiosa"….

3) PAGINE CATTOLICHE:
Da domenica, all’indirizzo http://www.paginecattoliche.it/ le nuove Pagine Cattoliche della settimana:

(Teologia)
CONFESSIONE

Cardinale Pietro Parente; Mons. Antonio Piolanti; Mons. Salvatore Garofalo: Voci selezionate dal Dizionario di Teologia Dogmatica". CONFESSIONE (dal lat. confiteor = manifesto): è l’accusa integra, sincera, chiara dei peccati commessi dopo il battesimo, fatta al sacerdote munito di giurisdizione, in ordine all’assoluzione.

 

(Vita cattolica)

I TESORI DI CORNELIO A LAPIDE: Voti  

1. Che cosa è e quando obbliga il voto. 2. Dell’adempimento dei voti. 3. Vantaggi dei voti.

 

(Santi)

S. CARLO GIUSEPPE EUGENIO DE MAZENOD (1782-1861)  

Nato ad Aix in Provenza il 1° agosto 1782, Carlo Giuseppe Eugenio de Mazenod trascorse la sua gioventù in Italia, esule della rivoluzione francese. Tornò in patria dove viene ordinato sacerdote nel 1811. Nel 1816, fondò la Società dei missionari di Provenza che più tardi si chiameranno Oblati di Maria Immacolata. Fu nominato vicario della diocesi di Marsiglia e poi, nel 1837, vescovo. Morì il 21 maggio 1861, lasciando in testamento agli Oblati che lo circondava queste parole: «Praticate tra voi la carità, la carità, la carità" e a al di fuori lo zelo per la salvezza delle anime». E’ stato proclamato santo da Giovanni Paolo II nel 1995.


4) TRACCE DI OMELIE:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=News&file=article&sid=2798
Omelia 15 agosto 2009 – Assunzione della B. V. Maria

"Ha fatto grandi cose in me l’Onnipotente". Con queste parole del Magnificat Maria sintetizza lo spirito dei testi liturgici. Dio ha scelto Maria per realizzare i suoi disegni di salvezza. "Non hai gradito olocausti e sacrifici… ecco, io vengo per fare la tua volontà" (seconda lettura). Dio ha concesso a Maria il privilegio di essere sua madre: "Concepirai e darai alla luce un figlio… Egli sarà Figlio dell’Altissimo" (vangelo). Dio ha glorificato Maria come nessun’altra creatura: "Un gran segno apparve nel cielo: una Donna, vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi, e una corona di dodici stelle sul suo capo" (prima lettura). La liturgia dell’Assunzione di Maria canta le grandezze che Dio ha fatto nella sua umile serva.

 

5) IN LIBRERIA:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=News&file=article&sid=2801  

Michael D. O’brien, L’isola Del Mondo
Con l’avvento delle feroci bande partigiane serbe sul finire della Seconda Guerra Mondiale, la sua vita viene sconvolta da un male improvviso e radicale. Nel giro di poche ore, tutto ciò che ha di più caro gli viene strappato via e questo sarà solo il primo passo di una serie di dolorose privazioni e spoliazioni. L’isola felice sembra essersi inabissata per sempre e all’uomo non resta altro che affogare nel sangue, nelle tenebre, nella disperazione. Proprio laddove tutto sembrava perduto, proprio laddove sembrava esserci solo la sconfitta sotto il tallone dei tiranni ed il buio dentro e fuori di noi, ecco farsi strada quello che nemmeno più si osava sperare: una mano che ci trae a riva, e ci propone un cammino che si snoda per tutto il mondo, un cammino per tornare a casa e ritrovare quello che sembrava perduto.  

6) Rino Cammilleri
http://www.rinocammilleri.com/

Seiseisei  
In quest’epoca di «analfabetismo di ritorno» una delle principali ignoranze sembra essere quella religiosa. Più precisamente quella cristiana, giacché parecchi nostri connazionali fan mostra di conoscere meglio il buddhismo e il New Age. Paradossalmente, dobbiamo ringraziare il terrorismo se l’argomento «religione» è tornato, almeno per un po’, dove dovrebbe sempre stare: al centro dell’interesse. Dopo l’11 settembre e l’attacco alle Twin Towers, l’islam ha avuto una pubblicità pazzesca e un sacco di gente si è messa a leggere il Corano. L’infuocato dibattito seguito alla paventata ipotesi di «scontri di civiltà» ha costretto molti a fare i paragoni con la propria, di religione. Così, i più hanno scoperto che del loro cristianesimo anagrafico poco sapevano.

 

7) Luci sull’Est
http://www.lucisullest.it/dett_news.php?id=5024

CATTOLICESIMO: un’apostasia che inquieta l’Europa
Pubblichiamo ampi stralci di una lezione tenuta da mons. Angelo Amato arcivescovo prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi ai docenti e agli studenti della University of Notre Dame nell’Indiana (Stati Uniti): Cosa comporta per l’Europa il distacco dal cristianesimo? Nel 2005 il cardinale Joseph Ratzinger, lamentava la crisi religiosa e morale del continente europeo, dove “si è sviluppata una cultura che costituisce la contraddizione in assoluto più radicale non solo del cristianesimo, ma delle tradizioni religiose e morali dell’umanità. Difatti nella Costituzione europea manca ogni riferimento a Dio e alle radici cristiane della sua civiltà. In tal modo si dimentica che la struttura profonda di una società è spirituale e culturale, più che politica ed economica. E si sfigura l’identità europea.

 

8) "LOBBYING ETICO"
http://tiny.cc/t4lWG
Campagna su Facebook: “Ru486: la pillola omicida”
"L’uomo è diventato incline a trattare i suoi simili come cose che cadono sotto la categoria dell’utilità" (Romano Guardini). Il 30/7/2009, l’Agenzia italiana per il farmaco ha reso commerciabile la pillola abortiva RU486.Si tratta di un farmaco pericoloso ma, soprattutto, inteso a diffondere uno stile di vita – "da sballo" – che mina le radici culturali della nostra povera Italia. In attesa della messa a punto dei sistemi informatici di FattiSentire.org, vi invitiamo ad aderire e far aderire i vostri amici al gruppo di su FaceBook protesta indicato.

9) Difendere la vita
http://www.difenderelavita.totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=122
La storia vera della pillola abortiva RU486
L’obiettivo dei sostenitori della Ru486 è, ed è sempre stato, quello di introdurre un’alternativa all’aborto chirurgico. O almeno: questo è ciò che essi, per anni, hanno ripetuto in un’ossessiva litania ‘scientifica’ e in un’ampia e articolata opera di convincimento socio­politico- culturale. E questo è ciò che i media hanno sempre messo in evidenza: bisognava, cioè, sostituire l’aborto chirurgico svincolando la donna dalla costrizione di un potere medico di tipo paternalistico, nonché dalla crudezza e dalla pericolosità – così veniva detto – dell’aborto chirurgico stesso.

10) Corrispondenza Romana
http://www.corrispondenzaromana.it/

RU486, così prevale il diritto del più forte
Intervista al Card. Bagnasco. Intrinsecamente, mi pare che la mentalità che si rafforza è sempre più quella di un fatto privato, puramente individuale: il rapporto del soggetto con una vita nuova. Ma la differenza è che il soggetto adulto è certamente più forte del concepito, che non ha alcuna possibilità di affermare se stesso.

11) Segnalazione
http://www.youtube.com/watch?v=ls3o8iLy9Kk

Video sui martiri “cristeri” messicani
Trovato su YouTube un eccezionale documento storico sulla persecuzione massonica ai cattolici in Messico (1926-1929), corredato da un Inno Cristero del tempo.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s