TESTAMENTO BIOLOGICO, QUALE VERITA’ E QUALI STRATEGIE? – BOERIO

TESTAMENTO
BIOLOGICO, QUALE VERITA’ E QUALI STRATEGIE?

prof.
VALTER BOERIO

 

quando si
rientrerà a casa, è opportuno riflettere su questi temi, alla luce diu quello
che è stato detto in questi giorni.

Quasi
sempre i media hanno visto l’eutanasia come intervento lliberatorio

Vedete
foto di Eluana prima dell’incidente e un’immagine con scritto. finalmente
libera. la musica è sempre la stessa.

Salvatore
Crisafulli tuttora vive con alcuni sgni di incoscienza.

Ci sono 3
punti da ricordare. sono dei casi saltati alla ribalta. sono 3 casi molto
diversi tra loro.

il caso
Englaro e Welby sono completamente diversi. In comune hanno l’idea che arrivati
a un certo punto si debba morire.

Molti
dicono che gli Italiani sono un popolo arretrato. Normative eutanasiche al nord
sono più pronunciate. I radicali dicono che c’è ingerenza del Vaticano. Saranno
chiacchiere da bar, ma anche nel salotto di Bruno Vespa.

Qual è il
nostro atteggiamento nei confronti di questa informazione? se ci beviamo i
beveroni che ci danno, poi riflettiamo? ciò che viene detto in televisione ha
un peso di fatto.

a Torino
cercano un paio di scarpe, ho trovato questo catalogo, nell’angolo c’è scritto:
visto in tv. è un’aggiunta che i pubblicitari fanno.

andare
nel salotto di B. Vespa c’è una gara spietata. Il Visto in tv è un elemento
fondamentale, conta nella comunicazione.

la parole
che sentiamo e usiamo le controlliamo con una certa attenzione o ce le beviamo?
a volte le beviamo. siamo capaci di togliere le emozioni che vibrano in noi?

Cogne è
una bellissima località, ma fa venire in mente anche altre cose. la parola
Cogne evoca varie cose. perché siamo stati bombardati da un diluvio di
immagini. mi consideravo esente da questo comportamento, invece non lo ero.

lo stesso
per Garlasco, connesso alla vicenda criminale.

rispetto
alle cose che vediamo assumiamo un punto di vista, col quale prenderemo delle
decisioni. ci sono cose invisibili, come l’amore tra 2 ragazzi, che non si
vede, ma si vedono i segni di questo amore.

oppure i
segni del vento, si percepisce, ma non vediamo l’aria. il mondo è più
complicato di quel che ci appare.

ci
sentiamo uomini moderni che gioiscono nel vedere la tecnologia. se vedete
superquark, pensi: immaginiamo le grandi imprese umane, siamo orgogliosi di
essere umani. possiamo meravigliarci delle nostre capacità, ma basta guardarci
intorno per vedere dei capolavori.

siamo
pronti ad affrontare le realtà del ICT? ci vuole preudenza.

 

tra i
criteri che abbiamo detto, c’è il vedere, unamodalità con cui prendiamo le
decisioni, facciamo un piccolo esperimento con 2 gruppi, fatto da Harward anni
fa. A ogni gruppo verrà dato un foglio, che dovete osservare, osservate i
particolari dell’immagine che avete, perché gli stessi collaboratori li
ritirano. Adesso che tutti hanno dato un’occhiata, vi faccio vedere questa
immagine.

a seconda
di come si viene condizionati si vede quello che vi vuole. un gruppo vede una
giovane, l’altro vede una vecchia.

una della
mutua vede una 50ina di persone al giorno, sempre con le stesse patologie. A un
certo punto cominciarono tutti ad avere mal di testa. Poi vide un programma
televisivo che induceva a sentire mal di testa.

Casi come
Eluana, Welby in una popolazione di 60 mil ce ne sono migliaia. perché nel
salotto di Vespa parliamo solo di 2 casi? i familiari che ruotano intorno che
finalità hanno?? dovremmo sempre interrogarci, perché la televisione si
presenta come spontanea, ma non lo è. è tutto meno che spontaneo, è uno
scenario sintetico. alle spalle di queste manovre, presenze, ci sono delle idee
che vogliono essere presentate con modalità subliminali.

è
verosimile che certe iniziative abbiano alle spalle certe volontà. per eesempio
la vicenda di Eluana è funzioanle alla legge sull’eutanasia. le altre vie non
hanno mai raggiunto il fine. nessuna legge di inizativa popolare è mai passata.

nel caso
dell’eutanasia basterebbe percorrere queste strade, i radicali insistono. a
volte le cose vengono passate perfino per sfinimento.

il caso
della legalizzazione dell’aborto in Italia è esemplare. si prendono casi
pietosi, si parla di dignità della vita, qualità della vita. si introducono
nuove categorie. dissero che c’erano 4 mil di aborti, documentavano 4 mil nel
’75-’78. ci sono un mucchio di informazioni false. non tutte quello che è
stampato è vero.

ormai
nessuno si farà scrupolo di controllare, per la nostra fragilità.

volessimo
introdurre l’eutanasia in Italia, che faremmo? mettiamoci dall’altra parte.
dirremmo che tutti sono per l’eutanasia. abbiamo propensione per l’eutanasia.
siete solo voi 4 gatti di cattolici. l’errore è mettere sullo stesso piano bene
e male.

nei dibattiti
da una parte c’è la Bonino dall’altra Carlo Casini. Possiamo accettare un pro
life alla pari di una pro choice? 50 e 50?

 

un
iniziativa coordinata da Bobbio. quella di costituire tanti tavoli, porre a
confronto 50 e 50. le cose ppossono essere manipolate. abbiamo fatto in modo
che le associazioni cattoliche non fornissero le persone per questo. ci fu un
cattolico su 10. la pensavano tutti allo stesso modo.

una
domanda che fu posta: come si dovrebbe costtruire un testamento biologico? io
non lo voglio. Per tutelare chi? tutte le domande erano per farti digerire
l’eutanasia.

è stata
un’esperienza impressionante. i media hanno concluso che la maggior parte era a
favore dell’eutanasia.

Quanto
dovrebbe contare il parare di altri soggetti coinvolti? uno dice: ho una figlia
giovane che mi ha detto che anche io se finissi come Eluana vorrei mi fosse
staccata la spina (non aveva spine Eluana). si nota la manipolazione dei media.
è costata 100.000 € solo a Firenze per un giorno. a Torino probabilmente molto
di più. hanno concluso che 3/4 degli italiani è a favore dell’eutanasia.

in uno
dei dibattiti preliminari, c’erano signori che dicevano: basta col Vaticano,
bisogna essere liberi. ho detto. sono il presidente del MPV di Torino. una
signora ha detto che rappresentava un’associazione di anziani, dice: noi
vogliamo tutto, accanimento terapeutico, non testamento biologico.

un altro
aveva avuto un figlio celebroleso dice: per noi è stato una ricchezza, ma cosa
dite?

i
dibattiti di Santoro dovremmo farli al Collolengo, dove ci sono persone senza
gambe che sono contenti di vivere.

Ci sono
altre cose che erano stati messi sul tavolo: veniva posto tutto 50 e 50. altri:
ogni concezione va rispettata. la vita è realzione, non è solo bios. questi
sono fermi, come se suonassero una sinfonia con le pentole e i coperchi.

 

A Torino
abbiamo fatto un convegno sugli adolescenti. una mostra itinerante tra le
scuole, 13 pannelli che illustrano la bellezza della vita.

 

le
conclusioni: le pressioni mediatiche influenzano le persone. non siamo
indipendenti, dobbiamo proteggersi, bisogna formarsi leggendo cose utili per
noi.

le
persono non sono formate una volta per tutte. siamo come una barchetta in mezzo
al mare, dobbiamo darci una meta, altrimenti perdiamo molto.

significato
e significante sono entrambi importanti. un ladro che predicasse l’onestà
desterebbe qualche dubbio. assegnamo un peso a seconda di chi afferma.

esiste la
volontà di introdurre l’eutanasia in Italia. 4 gatti radicali menano per il
naso milioni di persone. siamo meno indolenti, ma se volessimo la barba ai
radicali ce la facciamo.

NON
ASPETTATE CHE FACCIANO GLI ALTRI. se fanno gli altri, fanno i radicali. vi
saluto e vi ringrazio.

 

DOMANDE:

 

Paolo, fa
fisioterapista. Chiedo se vuole la rianimazione, per me è una cosa strana. la
cosa strana con le persone anziane è come ci si comporta con loro. è difficile
fargli capire che c’è ancora da vivere. influisce molto sullo stato fisico
della persona. sono lì per depositarle prima che muoiano. non è così, l’ho
testato. vogliono l’eutanasia perché sono sole, ma basta una scemata perché
queste persone cambino idea.

 

Federico
da Torino: io sono a favore del testamento biologico. permette alle persone di
fare la scelta. non siamo riusciti ad ottenere che le persone facciano la scelta
giusta.

 

sono
d’accordo che la libertà fondamentale è di poter scegliere il fuoco invece
dell’acqua. noi non siamo atomi sperduti, ma una famiglia umana. non possiamo
essere d’accordo col suicidio, te lo impedisco. è vero che alcuni dicono: come
si fa a punire il suicidio. è una libertà che nega il suo nesso il suo vincolo.
io penso che l’eutanasia non possa entrare nell’ordinamento italiano, per norme
super costituzionali, perché si svincola quello che ci fa famiglia.

rimane il
fatto che la legge civile non codifica la virtù.

 

con
l’eutanasia chiediamo allo stato o ai suoi funzionari di trasformarsi in
assassini.

il
problema è proprio quello della cultura e della formazione.

è vero
che vinciamo con la testimonianza, ma questi volontari che non si vedono mai,
noi come mpv dobbiamo farvi vedere, trasformarlo in cultura di alto livello,
questa secondo me è la sfida dei prossimi anni.

 

Nicola:
prresuppongono quando una persona è incosciente è già morta. che senso hanno
tutte le cure? dicono c’è discriminazione tra cosciente e incosciente. il
fiduciario riequilibrerebbe le due cose. il ragazzo down ha un fiduciario per
aiutarlo, ma non può fare tutto. non può essere un personaggio losco con
interessi personali.

 

se
introduciamo l’indisponibilità della vita, non si pone il problema del
testamento biologico.

 

Emanuele
da FI: siete contro la pena di morte? no.

nel
disegno di Marino c’è il fiduciario, ci si rimette alla sua volontà. il disegno
per fortuna sembra non essere passato.

non è poi
così tremeda l’interdizione, è un sistema agile, non è difficile ottenere
amministrazione di sostegno. anche se solo in 5 casi l’eutanasia venisse
impartita, anche solo 5 casi su 1 milione, io sarei contrario.

 

 

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s