LA NEGAZIONE DELLA VITA NELLA PEDOFILIA

Leo: sono molto emozionato, perchè nella mia vuta ho cercato persone che mi facessero sentire più forte, ricco, amato. qst persone ne ho trovate tante. fa impressione vedere un’intera comunità che accoglie la vita. c’è stata una sua conferenza sulla pillola omicida. la prima realzione è dell’avvocato Maria Concetta Suma. i 2 temi sono molto legati: pedofilia e diritto alla vita. non dobbiamo dimnticarci di questi piccoli.

AVV. SUMA
LA NEGAZIONE DELLA VITA NELLA PEDOFILIA

di fronte a un’immagine di una bambina di 18 mesi violentata e messa in rete, sono stata male per una settimana, dovevo fare una scelta. siamo stati in prima linea contro qst fenomeno. poi mi sono laureata, abilitata, esercito la professione, ogni giorno mi imbatto in qst questioni.
oggi si parla di vita, della bellezza della vita.
iniziamo con alcune definizioni. qnd pensiamo alla vita, pensiamo all’assenza di morte, privazione della morte, che è l’amore. per un atto di amore, un uomo e una donna generano la vita, proseguono qst opera di amore iniziata da Dio.
da un punto di vista letterale, pedofilia è l’amore per i bambini, nel significato semantico non c’è nulla che faccia pensare alla violenza. il pedofilo è attratto dai bambini, tra 0 e 12 anni, prepuberi, una figura molto vicina al bambino, persone conoscenti, che conoscono molto bene il bambino. nella maggior parte dei casi è maschio, ha difficoltà a relazionarsi con i coetanei. predillige bambini soli, diventa il miglior amico del bambino, lo ascolta, glli dà consigli, lo fa sentir importante, amato, conquista la fiducia, fingendosi amico, il bambino a qst punto è in trappola, è dipendente da lui. comincia a proporre giochi ambigui che il bambino accetta, perché ha la sua fiducia. qnd il bambino capisce, è già nella trappola. il pedofilo lo minaccia: nn dir niente ai genitori, se no l’amico va in galera o non gioca più con te, tu rimarrai solo. lo convince che è stato il bambino a volerlo, lo fa sentir in colpa, sempre più solo, che è solo lui ad amarlo: vedi la mamma e il papà ti lasciano solo, nn ti vogliono bene.
pedofilia è veramente amare i bambini? nel senso di privazione della morte?
il DSM-IV dice che è una parafilia che riguarda bambini. qst orientamennto predilige soggetti inanimati, ttra cui i bambini. implica il desiderio di compier attività con soggetti che nn  possono esprimere liberamente un consenso. i bambini non sono in grado di discernere. la gravità del disturbo non compromette la capacità di intendere e di volere, altrimenti sarebbero tutti non imputabili per la legge italiana.
molti studiosi hanno cercato di dare una spiegazione, eleborando teorie, come quella dell’abusante-abusatore. in alcuni casi è vero, in altri no. se consideriamo che le vittime sono le bambine, dovremmo aver più pedofile. cambia la pposizione da vittima a carnefice, per riappropriarsi della sua infanzia.
alcuni sono regrediti: ad es. soggetti con una vita sessuale normale, si sposano, hanno figlli, ma poi manifestano qst tendenza.
oppure fissati. rimangono attratti solo da persone molto giovani, nn sanno reggere una realzione alla pari.
angoscia di castrazione: il sentirsi incapaci di un rapporto maturo. con una bambina questo non accade.
teoria del narcisismo: ama se stesso tramite un bambino. innalza la bassa stima di sé, il rapporto esalta colui che mette in atto qst comportamento.
teoria biologica della pedofilia: i disturbati nel tracciato dell’encefalogramma, l’emisfero è più piccolo, c’è una differenza di ormoni.
se una persona prova ansia in rapporti tra adulti e piacere con bambini, continuerà: teoria basata sull’esperienza da bambini.
griglia di analisi: 4 categorie:
1.azioni illegali compiute dal pedofilo.
2. rresponsabilità: espressioni riferite alla coscienza delle sue azioni, come le concepisce,
3. come vede le conseguenze per il bambino e società,
4. modalità con cui si rapporta ai bambini
il pedofilo crede di  essere vittima del pregiudizio della società. la stampa o la rete telematica è usata per divulgare il proprio pensiero. le modalità di accettazione delle leggi normalmente condivise, attribuzione della colpa a forze esterne, che mi hanno indotto a comportarmi così, il bambino voleva scoprire la sua sessualità. sono stati gli amici ad indurmi ad abusare di quei soggetti. pensate ai sexy tour. è stata la mentalità di quel paese, sono state le famigllie che per un pezzo di pane mi hanno venduto la loro figlia, figlio. non si sentono rresponsabili, tendono a gistificarsi.
confronto con azioni peggiori, tra le sue azioni ed altre, è più ggrave uccidere, anzicché far vivere esperienze sessuali che lo aiutano a crescere. falsificano le conseguenze. attribuiscono significati distorti. non è vero che il bambino nn sa che vuole, è lui che ci sta, che provoca. incapacità di resistere alle proocazioni. bambini usati come esseri inanimati. passiamo adesso ad elencare quante tipologie c sono:
seduttore: affettuoso, fa regalli, manipola bambini e adulti, x ottenere complicità
introverso: nn fa approcci seduttivi, imprevedibile, comunica poco
sadico: il più pericoloso, trae piacere nel veder soffrire i bambini, tende trappole, maltratta, usa la forza, con l’estrema conseguenza dell’uccisione
telematico: commercia, scambia video con bambini, colleziona oggetti appartenuti a bambini (feticismo), scarpette… adesca i minori. usano le stesse tecniche di comunicazione della vita reale. predilige i bambini affettivamente soli. gradualmente parla di esperienze sessuali, non ti preoccupare non succede niente, altri bambini mi hanno mandato foto, fallo anche tu, non c’è niente di male, stai attento, non lo dire ai tuoi genitori. qst è il gioco che fanno con i bambini. molte volte tentano un incontro diretto. il rapporto è occasionale in genere, non duraturo.
internet ha favorito la diffusione di qst comportamento, prima era solo tra le mura domestiche, on line crea siti x diffondere qst tipo di cultura, riesce a mettersi in collegamento con altri pedofili nel mondo. sarebbe come lottare contro i mulini a vento, coordinare le legislazioni di tutti gli stati del mondo. è un tentativo che spesso non va a buon fine. diffondono il loro ideale, adescare direttamente, organizzarsi in vere e proprie organizzazioni criminali. il pc permette lo scambio di video e foto e immagini artefatte, costruite in modo artificiale.
le esigenze oggi: quella di tutelare i bambini nella navigazione in rete, raccogliere i danni, battendo a livello sociale e istituzione sulla prevenzione.
come si sente un bambino abusato? ha paura, si sente tradito, prova vergogna, sul senso della vergogna gioca molto il pedofilo. il suo sviluppo è seriamente compromesso.
sfruttamento da parte di genitori, conoscenti, amici, produzione di materiale pornografico destinato a pedofili. legge 66/96 non parla di pedofilia, ma atti sessuali con minori di 18 anni. qst normativa ha introdotto articoli nel codice penale, abrogando le vecchie norme. esisteva solo: violenza carnale, libidine sessuale e abuso della qualità di pubblico ufficiale.
si ha un ampliamento dell’atto sessuale, si intendono tanti comportamenti. nel 96 si ha una rivoluzione copernicana: reati contro la persona, non contro la morale pubblica. è stata un’evoluzione civile.
interessa l’elemento costitutivo del reato: lesione della libertà del minore.
viene punito chi compie atti con chi non ha compiuto anni 14 o 16 se è convivente, tutore, genitore. si parla di violenza sessuale presunta. compiere un atto sessuale con un bambino è già violenza. non è neecssaria la copula, ma atti indirizzati verso zone erogene.
non è punibile il minorenne che compie atti con altri minorenni, se la differenza non è maggiore di 3 anni. nn posso dire che quella ragazzina mostrava 18 anni. non vale uno pseudo consenso, se è minore degli anni 14.
precedibilità di ufficio per minorenni: si avvia procedimento di ufficio, non è necessaria la querela. assistenza psicologica e affettiva, accertamente sanitari…
per qnt riguarda il fenomeno in rete, importante è la legge 269/98: norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale come nuove forme di schiavitù.
le nuove ipotesi di reato: pornagrafia, detenzione materiale pornografico… altra novità: concetto di extraterritorialità. la legislazione di uno stato si applica entro i confini. un altro stato ha i suoi confini in cui applica le leggi. significa che le norme varate dall’Italia sono applicate anche all’estero o quando vengono commessi in danno di un cittadino italiano all’estero. il reato di prostituzione minorile punisce chi sfrutta, in cambio di denaro, quindi anche il cliente.
pornografia minorile: minori di anni 18 per produrre materiale pornografico, chi diffonde o pubblicizza materiale pornografico, notizie per adescare minori, chi cede materiale prodotto usando minori.
Altra novità: reato di detenzione di materiale pedopornografico. può essere perseguibile, non è necessario commerciale, ma detenere, perché la ricerca alimenta una domanda.
legge 38/2006: anche immagini virtuali con minori di anni 18.
viaggi del sesso puniti, chi organizza, propaganda viaggi a danno di minori o comprendenti queste attività.
pedofilia culturale: pensate alla psiche del pedofilo, sostiene la liceità dello scambio sessuale con i bambini, non si fa nessun male al bambino, ma si soddisfa la sua naturale curiosità. la colpa è dei parenti che nn lasciano vivere le pulsioni.
c’è anche l’orientamento pedofilico. i pedofili non sono nemici dei bambini, perché li amano. la rivendicazione del diritto di amare e farre sesso con i bambini, normalizzazione dell pedofilia.
abbiamo avanzato una proposta di legge appoggiata dall’onorevole Pagano per contrastare qst lobby che fa leva sulla tolleranza. la nostra proposta prevede di introdurre un nuovo reato, l’apologia. sui reati di apologia non stiamo ad aprire un dibattito. già c’è l’istigazione a delinquere. il nuovo reato punisce chi pubblicamente istiga o fa apologia di atti sessuali compiuti ai danni di minorenni.
alla luce di tutto quello che abbiamo detto, possiamo parlare di pedofilia come amore? lascio a voi la risposta.
la famiglia è in crisi, vive sempre più nella precarietà, separazioni e divorzi. i figli sono sempre più soli, adescati da persone, lì si insinua il pedofilo. la famigli ha un ruolo fondamentale, perché un bambino amato e ascoltato non sarà mai vittima della pedofilia.

Leo: ringrazio la dottoressa, che ha inquadrato i termini della questione. la tutela dei bambini è stata possibile grazie al groppo di don Fortunato non solo in Italia, in tutto il mondo ha fatto storia. ringraziamo per la chiarezza. sta a noi scegliere di non guardare dall’altra parte. questa scelta di questo sacerdote ha fatto tornare alla vita tanti.

DON FORTUNATO DI NOTO
CORPI DA GIOCO E IMPRONTE DI SPERANZA

atto creativo di Dio, come se avesse ricreato la Sua immagine e somiglianza… come mai l’uomo diventa disumano. per es. il mio fidanzato mi prende a botte tutti i giorni, eppure dice che mi ama. oppure un padre che massacra i figli perché dice, sono in mio possesso. questo volto disumano non è creativo, ma c’è sempre una comunicazione, una relazione. quello che è venuto a mancare è la rottura di una relazione umana.
immaginiamo che siamo nel grembo materno e viviamo grazie al cordone, per farvi capire i canali che irrorano di vita. perché non amare il bambino concepito? guardando al bambino di Betlemme. ma allora quelli che non ci credono? pensate come volete, io credo nel bambino di Betlemme.
il bambino di Betlemme oggi più che mai chiama in causa voi giovani, non per finta, non per moda, ci chiama profondamente in causa. nella notte di Natale, Santo Padre ricordi i bambini. da 13 anni celebriamo la giornata contro la pedofilia. anche lì, dalla finestra del Papa, rivogliamo oggi la giornata contro la pedofilia.
non ci siamo messi d’accordo col dott Anzani, ma guardate le stelle, perché stranamente l’uomo è riuscito ad arrivare a qst capacità di rete. chi studia ingegneria eletronica le conosce bene. attraverso un cordone siamo riusciti a creare un nuovo mondo. una rete nella rete, capacità su capacità. Sto scrivendo un libro e dico che Dio sta parlando attraverso i bite. in tutta qst galassia di internet ci siamo anche noi. è virtuale, ma ha incidenza sulla vita reale. immaginate le suore di clausura, o il monastero on line, sacerdoti on line. non esistono assoluzioni on line.
io non son mai stato in Brasile perché mi dovevano tagliare la testa. ho visto Carlos e altri bambini violati da adulti e animali. io sto guardando qst storia, o dico che me ne importa, ormnai sono stati abusati, ma gli uomini giusti ai posti giusti, quando mandai una segnalazione e il corrispettivo, al comandante e il magistrato reagirono.
quello che stiamo raccontando non lo abbiamo letto sui libri, ma è l’esperienza viva con famiglie incontrate. anche noi possiamo dire in 15 anni oltre 700 bambini abbiamo salvato dalla schiavitù sessuale. alcuni carnefici stanno ancora scontando la condanna, nessuno  perché c’è stato un processo sbagliato.
medaglie ne abbiamo tantissime ma è nulla in confronto alla bellezza di qst grazie del bambino Carlos, 7 anni. chi vive nella sofferenza non può essere lasciato solo. come il buon samaritano, ti imbatti in una persona che ha bisogno. questi bambini ancora hanno bisogno di aiuto.
nelle piazze rumene ci sono tanti bambini. è la più grande vergogna che noi possiamo vedere, non possiamo dire: un bambino mi ha chiesto un €, l’ho dato e solo felice. la piazza è dove si incontra la gente che vive il benessere per tutti.
i pagani in antichità si sconvolgevano dei cristiani, non perché andavano a messa o fare il rosario, preoseliti… perché la gente si sconvlgeva di qst uomini? perché ascoltavano la parola e mettevano i piedi degli appostoli i loro beni. il cristiano si distingue perché se incontri Cristi, tu devi aver una casa, non devi morir di fame, di sete. non è l’sms, nn è telethon, 40% va agli attori e cantanti. è un’altra logica. per un bambino corrotto c’è sempre un corruttore. possono giocare all’invenzione, ma non corrompere. in Italia sono scomparsi 1800 bambini, 1000 non sono mai tornati a casa, anche stranieri. quei bambini invisibili che scompaiono…
abbiamo collaborato con l’ONU. bartolomeo de las casas parlava della schivitù, oggi è triplicata. l’uomo nella sua bellezza diventa un uomo merce. non si può fare mercato della vita umana. Gesù, se uno legge esegeti intelligenti, Gesù è durissimo per amore alla vita. noi siamo accomodanti. l’olocausto ebraico è nulla in confronto alla strage dei bambini nel mondo, che vengono dimenticati. possiamo fare la giornata contro la pedofilia, ma ci deve essere anche il cuore.
pensiamo solo alla Celentano e Pipitone, invece sono tantissimi. dobbiamo schierarci.
Don Milani, giustamente accadde che si pone la domanda. posso fare cineforum per bambini? da che parte state, dalla parte dei commercianti o dei maestri? trovatemi un maestro oggi. Scusa mi dici chi è il tuo maestro di vita? uno timidamente alza la mano: il mio psicologo, psicoterapeuta, parroco, gruppo.
qlc altro dice: ma che c’entra? un altro con la maglietta di Che Guevara dice. lotta.. popolo…! dico: ma sai che il Che ha scritto belle poesie alla Madonna?

la banalizzazione del sesso porta a riempire ciò che nn dovrebbe mai essere riempito.
prima i genitori avevano potere di vita e di morte sui bambini. avolte c’è anche violenza istituzionale. c’è un fenomeno difficile da gestire, sommerso.
tornate a casa, la vostra nipotina dice: uno mi ha toccato, fatto del male. il nonno: ma chi è stato? – la bambina: Paolo, il papà, il figlio del nonno. non sono cai fantasiosi, sono reali. come reagisci di fronte a un racconto del genere? se credi che si sia inventata tutto, non ti dirò più niente.
a volte c’è trascuratezza, a volte troppe cure che creano situazioni di difficoltà a livello psicologico.
una negazione non viene dimenticata, viene rielaborata. un maltrattamento lo abbiamo avuto tutti.
ricorda: la lettera scarlatta, adultera => reietta, marchiata. i bambini vengono portati in altre classi, non vogliono avere contatti con i bambini. 15 anni fa, qnd mettevo i manifesti contro la pedofilia me li strappavano. oggi se ne parla in modo più sereno.
oggi quasi tutti possediamo un pc con un collegamento. ho potuto farre ieri sera una segnalazione alla polizia postale di diverso materiale reperito in rete.
i bambini possono avere malattie cardio vascolari per star troppo al pc. sta nascendo un nuovo mondo. la RU486, abbiamo segnalato la vendita quasi gratuita, con 12 €, ai nostri adolescenti su internet.
l’autorità prenda sul serio questi problemi. con internet si posson avere tutte queste cose.
la famiglia è importante. abbiamo fatto una ricerca nel 2006, su 2800, 130 hanno avuto contatti con pedofili, 37 sono andati ad appuntamenti.
viviamo in una società contraddittoria, schizzofrenica. In Sicilia si danno 5 milioni per i cani e solo 110.000 € per aiutare i bambini. tutti a parlare dei cani. non dico non amiamo gli animali. ma nn è un equibrio, viviamo in una società contraddittoria, dice di mangiare e fare la dieta, consumare e non fare rifiuti.
Dal sesso nascosto siamo passati al sesso rivelato. perché a 11 anni devo usare il profilattico, perché a 12 anni devo far sesso? se è una cosa naturale…
a 6 mesi, una bambina con calze a rete, vestita come una donna adulta, poco rossetto. o la bimba col perizoma al mare.
se fotografassi i vostri bambini e li mettessi su internet, in 2 ore sarebbero in Australia.
questo è un sito di razzismo, legato alla pedofilia, è stato chiuso con migliaia di iscritte.
"chi ha foto preteen mi contatti" dice questo in un blog.
c’è la mano di un adulto che tocca la mano di un bambino, fa riferimento al dipinto della creazione.
fronte liberazione pedofili, sezione italiana.
329.000 acquisti delle immagini della bambina di 6 anni.
qst rubava i quaderni dei bambini nelle scuole, per l’odore del sudore.
agenzia di stampa della comunità pedofila internazionale.
c’è anche l’infantofilia, da 0 a 2 anni. qst cose sono state denunciati. bambini di 10 giorni violentati. c’è una sfida all’ultimo sangue, o reagiamo, ci svegliamo o ci addormentiamo. i centri decisionali dobbiamo averli noi. che nascano altri Don Sturzo, altri cattolici, ma non accomodanti.
o prendiamo sul serio la cosa, la vita è il futuro della nostra umanità. mi è dispiaciuto avete visto sempre la polizia venirmi a trovare, ma mi vogliono fare la pelle, tocco interessi grossi.
esistono lobby, quando lo dissi nel 2000, il mondo politico mi dette addosso. mi dissero: dì i nomi. sono stati rimossi dai ruoli che avevano, uno ad uno, per evitare scandali. sulla pelle dei bambini nessuno si deve fare soldi.
il partito pedofilo olandese c’è, il gruppo P condannato a Milano, fronte liberazione pedofili smantellato, il braccio armato di qst aveva deciso l’eliminazione di un magistrato e mia. pensavate che la pedofilia era solo una deunucetta.
ci sono le donne pedofile che hanno una loro rivista.
la chuesa cristiana pedofila, un delirio. cristiani che dicono, ma che c’è di male. Gesù ha detto: lasciate che i bambini vengano a me. dicono: libertà di espressione. nasce nel ’98.
siamo l’unica associazione al mondo che abbiamo individuato le persone dalle foto, anche dopo 20 anni.
mi chiesero aiuto in un’indagine, dietreo la foto di una bambina c’era un angolo di una immagine, dico: qst è il piede di san… siamo andati a Noto, abbiamo bussato alle porte. una ragzza disse: ti aspettavo da 15 anni, oggi tu mi stai donando la dignità di essere ancora una bambina e una donna. lavoriamo con ciò che guardiamo.
è un servizio che facciamo alla chiesa e alla società, è un gesto di gratuità. abbiamo dato un grande apporto a moltissime leggi recenti.
faccio vedere un filmato di 3 minuti che nasce da un lavoro fatto con la polizia postale, con Giancarlo Giannino: "la pedo pornografia è un crimine contro l’infanzia, un bambino con un pc non è al sicoro, il silenzio di un bambino potrebbe essere la voce di un pedofilo."

Leo: ringraziamo Don Fortunato. è importante qst testimonianza in qst contesto.
Casini: i bambini sono sempre bambini. dai fatti si passa alle categorie mentali che cambiano. è il limite estremo della corruzione della concezione della sessualità. ho cercato di dimostrare il collegamento stretto tra pornografia e prostituzione. nel ’74 in un fallimento, venne fuori una corrispondenza tra il fallito e un altro al quale offriva le sue 3 figlie di 13-17 anni. non esisteva ancora il reato di pedopornografia, pedofilia.
dietro quella legge del 96 c’è stato uno scontro fortissimo, si pretendeva che non ci fosse la pretesa violenza sul minore. mi domando, ma com’è che prima il bambino nel seno materno non si vedeva, oggi si vede il bambino con ecografia, ma è oggetto di attentati continui, non si vuol vedere, perché sono modificate le categorie della sessualità
si ritiene che la sessualità dia piacere, il piacere è il valore assoluto, fino alla fondazione dei partiti pedofili. non ci può essere battaglia per la vita, se non si scopre il valore della sessualità umana.
vorremmo che questa nostra amicizia si confermasse anche in un gesto, ho visto che state edificando una casa, anche noi siamo un movimento povero, dobbiamo mantenere le nostre case di accoglienza, ma un gesto di amicizia lo vogliamo fare.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s