Intaglio legno: lez. 2-3

2° Lezione :L’intaglio a tacche

 

Dal punto di vista prettamente tecnico l’intaglio a tacche è la forma più semplice delle incisioni su legno, l’insieme di tacche consente la realizzazione di motivi ornamentali di grande pregio artistico. Questo tipo di intaglio permette già dal primo approccio di ottenere dei risultati tali da spingere l’esecutore a continuare in questa particolare lavorazione. Le opere realizzate a tacche a triangoli incisi si completano  anche con linee curve o diritte più o meno profonde. E’ indubbiamente un’ottima scuola per altri tipi di lavorazioni del legno ad esempio bassorilievi, scultura a tutto tondo,ecc.

Ed ora si inizia !! Nella lezione n°1 abbiamo imparato a fare i disegni dei rosoni, ora è arrivato il momento di intagliare.

Questa incisione a tacca si può effettuare in due maniere, come vedremo più avanti,e consiste nel ricavare dal legno un’incisione di forma triangolare  con i tre lati uguali e perfettamente lisci. Per ottenere un buon lavoro è importante che la tracciatura sia precisa.Il primo sistema di lavoro, normalmente usato per legni teneri, avviene impugnando il coltello come una penna, il secondo sistema più praticato, avviene tenendo il coltello nel palmo della mano e appoggiando il pollice sul legno da intagliare, così facendo si potrà esercitare più forza e e si otterrà anche una maggiore precisione.

Iniziamo quindi il lavoro  praticando tre tagli centrali all’interno del triangolo profondi circa 5 mm. ( Foto 1 )

Foto 1 Clicca per ingrandire

 

           Proseguiamo praticando una prima incisione obliqua dal vertice del triangolo verso il basso. ( Foto 2 )

Foto 2 Clicca per ingrandire

           

Il secondo taglio avviene girando l’oggetto e praticando la seconda incisione sempre obliqua. ( Foto 3 )

         Foto 3 Clicca per ingrandire

Per effettuare il terzo taglio ci si comporta esattamente come per i due effettuati precedentemente. ( Foto 4 ) 

       Foto 4 Clicca per ingrandire

Se il triangolo non risulta pulito si può ripassare la lama facendo però attenzione a non intagliare troppo profondamente; infine si rifinisce il triangolo lisciando i solchi eseguiti con il manico del coltello. ( Figure 5 e 6 )

                        

                                                           Foto 5      Clicca per ingrandire     Foto 6

 

                                     

Proseguendo il lavoro , e intagliando altri tre triangoli avrete creato la vostra prima opera d’arte, una stella !! ( Figura 7 ) 

               

di seguito ho inserito altre immagini di esempio su come impostare correttamente le mani, spero che vi possano essere di aiuto.

   

     

Come vi ho detto in precedenza, l’intaglio a tacche non si effettua esclusivamente su triangoli diritti, ma si utilizza anche su disegni curvi. Quindi ecco per voi altre immagini al riguardo.

  

      

3° Lezione : L’intaglio floreale

L’intaglio floreale è un intaglio decorativo. Si possono decorare piatti, scatole, cornici o addirittura creare pannelli floreali.

Il disegno deve essere eseguito seguendo un certo criterio. A differenza dell’intaglio a punta di coltello, dove il disegno è geometrico e non vi sono spazi vuoti da riempire, nell’intaglio floreale il discorso cambia, il disegno deve essere studiato in modo da far si che tra un fiore e l’altro non ci sia uno spazio troppo grande da pulire o riempire punzonandolo. Quest’intaglio si può inserire contemporaneamente in un manufatto lavorato a punta di coltello. Ad esempio il fiore può essere inserito in un cerchio. I petali inseriti all’interno di un cerchio o di un rombo devono toccare gli estremi del cerchio o del rombo.

Le sgorbie utilizzate abitualmente per questo tipo di intaglio sono:

  • Semitonde

  • 8/4

  • 8/7

  • 8/10

  • 8/13

  • 5/5

  • 3/8 o 3F/8

  • 11/4

 

  • Sgorbie a V

  • 12/4

  • 12/6

  • 12/8

 

Può essere utile anche un coltellino da intaglio per rifilare meglio le parti dove lo scalpello non passa.

Per eseguire le palline invece sono utili le seguenti sgorbie ( Naturalmente la grandezza della sgorbia varia a seconda della circonferenza che si vuole ottenere.)

  • 8/4

  • 8/7

  • 8/10

  • 8/13 

Per eseguire i petali si adoperano normalmente le sgorbie da 8 con l’aggiunta dell’11/4

Realizziamo un fiore

Per ingrandire le immagini "cliccaci"sopra.

1 ) Si comincia tracciando la pallina posizionando la sgorbia sopra il disegno della pallina e ruotando intorno alla linea tracciata. ( fig. 1 )

2 ) Poi si scarica intorno alla linea appena tracciata in modo da poter scolpire la sfera più facilmente. ( fig. 2-3-4-5 )

      

3) Ora si arrotonda la pallina  partendo dalla metà del cerchio, avanzando verso gli estremi della sfera, da tutti i 4 lati. ( fig. 6-7-8 )

   

Attenzione ! L’inclinazione della sgorbia non deve essere mai a 90° per evitare che la pallina salti via.

4 ) Una volta eseguita la pallina si passa all’esecuzione dei petali. In questo caso uso la sgorbia n° 8/7 alla rovescia. ( fig. 9-10-11 )

   

fondamentale ricordarsi sempre dell’inclinazione della sgorbia durante la lavorazione. ( l’esempio è qui sotto )

6 ) Dopo aver tracciato il petalo con la sgorbia, si cava intorno per farlo risaltare (fig. 12-13-14 )

     

7 ) Poi si tracciano i petali con la sgorbia a V 12/4 ( fig. 15-16-17 )

   

8 ) Finito di tracciare i petali si procede, sempre con la sgorbia a V 12/4, col disegnare l’interno dei petali. ( fig. 18 )

9 ) Ora che abbiamo finito il fiore non ci resta che abbellirlo, punzonando la pallina e i petali, secondo il nostro gusto personale. ( fig. 19-20 )

 

 

     

  

    

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s